Come battere il banco nel blackjack

Come battere il banco nel blackjackCiò che rende così attraenti i giochi d’azzardo è la possibilità di guadagnare di più di quel che si mette in gioco, naturalmente dopo aver ottenuto il risultato vincente. Certo il divertimento è sempre importante e anche giocare solo per questo, o anche solo per fare pratica, permette di apprezzare ogni sfaccettatura dei meccanismi di gioco e di godere del piacere del gioco in sé. Ma aggiungere un fattore di rischio, quale è la puntata, ad una struttura di gioco, rende lo stesso molto più intrigante ed affascinante.

Quando il rischio, poi, è rappresentato dal proprio denaro, tutto acquista dei connotati ancora più elettrizzanti. E qui il discorso può essere veramente troppo ampio per questa sede per le ripercussioni che può avere, ma, senza scomodare problematiche sociali, si deve sempre tenere a mente il consiglio di giocare responsabilmente, senza correre rischi inutilmente dannosi, fermandosi se l’andamento del gioco lo richiede. È, altresì, importante giocare in un casinò legale e sicuro, garantito dal possesso di regolare licenza (AAMS per l’Italia).

Considerare il margine del banco

blackjack giocareTornando al discorso delle scommesse con denaro vero, il naturale atteggiamento del giocatore si manifesta, ovviamente, con il desiderio di vincere, o per meglio dire di battere il banco. La qual cosa non è certo facile, bisogna considerare diversi fattori se si decide di giocare seriamente, per vincere, e non soltanto per sfidare la dea bendata affidandosi alla pura casualità.

Tali fattori riguardano innanzitutto il margine del banco, che è sempre presente e non potrà mai essere azzerato, essendo alla base stessa della struttura del gioco, e, inoltre, spesso è piuttosto alto; poi si deve valutare il tipo di variante di blackjack su cui giocare, basandosi su: quanto segue: il numero di mazzi usati; la frequenza di mescolamento; se ci sono o meno regole che favoriscono maggiormente il giocatore; e in ultimo, se non ci sono restrizioni che limitino in qualche modo l’applicazione di eventuali strategie.

È dunque fondamentale cercare come prima cosa un sito di casinò che proponga un margine del banco un po’ più moderato, e quindi scegliere poi una delle varianti che si ritengono più appropriate e vantaggiose, tipo, ad esempio, il 21 Super Fun o il 21 Spagnolo, le cui regole sono decisamente favore del giocatore.

Usare sistemi di scommesse

blackjack strategy chartAbbiamo accennato alle strategie e metodi relativi al blackjack. Si tratta di sistemi di semplice applicazione, per lo più basati su una buona memoria e sui calcoli matematici e statistici. Infatti, la maggior parte di questi sono stati elaborati dalle teorie di noti fisici e matematici del passato appartenenti a prestigiose università, tipo il MIT. Per citarne alcuni, il famosissimo Fibonacci, Labouchere, D’Alembert, Paroli. Il gioco del blackjack, grazie alla sua struttura lineare, si è particolarmente prestato come banco di prova di questi sistemi, permettendone l’elaborazione e l’adattamento fino a trasformarli in vere e proprie strategie di gioco accessibili a tutti – anche se richiedono comunque molta attenzione e una certa abilità.

Analizziamole insieme, iniziando con la più semplice strategia di base, purtroppo non molto ben vista dai casinò, cioè il conteggio delle carte, le cui sequenze logiche sono esclusivamente e spontaneamente intuitive, nel senso che la struttura del blackjack, fondata sull’uscita più o meno vantaggiosa delle carte, porta il giocatore ad effettuare d’istinto un calcolo delle probabilità a proprio favore.

Sistema di Conteggio delle carte High Low

Intorno a questa strategia di base, sono nati vari metodi, alcuni più semplici e altri più complessi, primo tra tutti, l’High Low, (Alto-Basso), con il quale si attribuiscono alle carte distribuite i tre valori di +1, 0 e -1, sommandoli tra loro, e quando la conta risulta alta, è il momento giusto per aumentare la scommessa in quanto è più alta la probabilità di uscita di carte favorevoli.

Blackjack Metodo dei Gruppi di 3
Carte Valore
2,3,4,5,6 +1
7,8,9 0
10,J,Q,K,A -1

Valutare la carta scoperta del banco

Un’altra classica strategia di base è quella di valutare la carta scoperta del banco, forti del fatto che tra le regole fondamentali del blackjack c’è quella che obbliga il croupier a chiamare carta e stare una volta raggiunto il punteggio di 17 o più. Esiste una vera e propria griglia di comportamento del giocatore, ideata da studiosi di calcolo delle probabilità, che indica che azione deve eseguire il giocatore in relazione alla carta a faccia in su del banco.

Senza entrare nello specifico di ogni voce, che riguarda il chiamare carta o lo stare piuttosto che il raddoppio o la divisione, si può dire che per ogni tipo di carta è stata ricavata una percentuale, che rappresenta la sconfitta del banco. Basti sapere, in questa sede, che le percentuali più alte sono relative al 5 e al 6. Naturalmente, aiutandosi comunque con il conteggio delle carte, è possibile migliorare ancora di più il vantaggio sul banco e, quindi, avere maggiori possibilità di batterlo e vincere.

Osservare le serie di mani vincenti o perdenti

blackjack osservazioneAltro comportamento per riuscire, con migliori probabilità, a battere il banco è l’osservazione di determinate serie di mani, tra vincenti o perdenti. Questo tipo di valutazione statistica permette di affrontare le mani successive a quelle osservate con una maggiore consapevolezza e tranquillità, rispetto alla decisione dell’azione da mettere in atto. In pratica, secondo le probabilità statistiche, una data serie non potrà durare a lungo nel suo esito positivo o negativo che sia. Pertanto, il giocatore dovrà comportarsi di conseguenza e seguire quanto stabilito da tale sistema.

Tra questi, prendiamo ad esempio il cosiddetto sistema 7 mani. Con questo metodo il giocatore non deve fare altro che segnare, oppure ricordare, una serie finita di sette mani consecutive, quelle che sono state vinte da lui stesso e, al contrario, quali sono quelle perse. Avendo a mente questa sequenza, il giocatore dovrà comportarsi, per le mani susseguenti di uguale numero, all’esatto contrario di quanto fatto in precedenza nelle mani equivalenti. Pertanto se aveva giocato nella terza mano della sequenza, nella mano corrispondente della nuova serie il giocatore dovrà astenersi dal giocare, e così via.

Di altro tipo, anche se il concetto di base è lo stesso, sono i metodi di osservazione di una serie definita di mani, più o meno consistente, per estrapolare il numero di mani a favore del banco e di quelle vincenti per il giocatore. Il loro rapporto, diverso a seconda del sistema scelto, determinerà statisticamente se le equivalenti mani che seguiranno avranno più possibilità di essere favorevoli per battere il banco.